CROC – Casetta Ruggeri Open Cinema 

cinema all’aperto ai piedi del Monte Bove
tutti i martedì ad Ussita (MC)
+ due proiezioni speciali di mercoledì
9 luglio / 10 settembre

Dodici proiezioni tra film e documentari premiati nei festival di tutto il mondo:
storie di alpinismo, montagna e comunità, ma anche storie più singolari, fantastiche e ai margini.
E anche un piccolo omaggio di C.A.S.A. a Casetta Ruggeri: una chiesa, un’aula consiliare, una sala riunioni, il palco degli annunci importanti, una palestra per fare la ruota, un ritrovo durante l’emergenza, un luogo, l’unico luogo, troppo piccolo, caldo, freddo, accogliente, superfluo, indispensabile, da rifare, da dimenticare, da pulire, di nessuno, di tutti. E ora cinema.
Un’edizione a cura di C.A.S.A. – Cosa Accade Se Abitiamo, con il patrocinio del Comune di Ussita e in collaborazione con Good Films, Lucky Red, ZaLab, Associazione Proletari Escursionisti, Boschilla – il suono del tuo passo e Cosenude Media Projects.


Il programma dei film / documentari

 

  • martedì 9 luglio – Captain Fantastic
    di Matt Ross, con Viggo Mortensen, Frank Langella, Steve Zahn, Kathryn Hahn

    Ben vive con la moglie e i sei figli, isolato dal mondo nelle foreste del Pacifico nord-occidentale. Cerca di crescere i suoi figli nel migliore dei modi, infondendo in essi una connessione primordiale con la natura. Quando una tragedia colpisce la famiglia, Ben è costretto suo malgrado a lasciare la vita che si era creato, per affrontare il mondo reale, fatto di pericoli ed emozioni che i suoi figli non conoscono. Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival 2016, per poi essere proiettato nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 2016, dove ha vinto il premio per la miglior regia.

 

  • martedì 16 luglio – Patabang
    di Andrea Frigerio

    “Alla fine dei turbolenti anni Settanta una nuova tribù fece la sua comparsa: i sassisti!” Patabang racconta la storia di un gruppo di giovani, che ha cambiato le regole del gioco, dando inizio a un nuovo modo di fare alpinismo. Si avvia così la storia dell’arrampicata moderna anche in Italia, sulla scia delle imprese americane in Yosemite Park (California, USA). Dalla voce di Jacopo Merizzi e Paolo Masa, Patabang racconta l’avventurosa scoperta della mitica Val di Mello. Al film è stato assegnato il Premio Fondazione Cassin della sezione Orobie e Montagne di Lombardia.

 

  • martedì 23 luglio – GLENO. Dove finisce la valle
    di Francesco Di Martino

    Siamo nella Val di Scalve, la stessa valle dove l’acqua del Povo, il primo dicembre del 1923, provocò il disastro della diga del Gleno che arrivò fino al lago d’Iseo provocando la morte di moltissime persone e distruggendo diversi paesi. Il film documentario intende ripercorrere il solco lasciato da quel vortice di fango per raccontare oggi la vita delle persone che abitano quei luoghi, storie quotidiane legate indissolubilmente alla montagna dove l’uomo ha un rapporto stretto con la natura che lo circonda. È anche e soprattutto una storia d’amore tra le persone e i luoghi di un’Italia che si svela nella sua unicità.

 

  • martedì 30 luglio – La montagna di Ilio
    di Francesca Zannoni e Michele Coppari

    “Che senso ha raccontare una storia silenziosa, una storia che non ha le parole per raccontarsi? Perché rivelare un segreto?” Le Pale di San Lucano, nelle Dolomiti Bellunesi, sono montagne selvagge, incredibili. Eppure nascoste, come questa storia. La storia di Ilio De Biasio, alpinista di Cencenighe Agordino, dei suoi fratelli e dei suoi amici. Una storia di esplorazione e amicizia, di avventura e amore per queste montagne. Una storia vera, senza clamore, alla ricerca della cosa più inafferrabile e preziosa che possediamo. La vita.

 

  • martedì 6 agosto – I Villani
    di Daniele De Michele (DonPasta)

    La cucina popolare italiana, amata e imitata in tutto il mondo, sta morendo. Ma in tanti provano a salvarla. Il film racconta l’incontro del regista con otto personaggi, uomini e donne di ogni età, che nel loro fare quotidiano rappresentano la sintesi delle infinite resistenze e reticenze a adottare un modello gastronomico e culturale uguale in tutto il mondo. Quattro generazioni a confronto, per poter verificare se la cucina italiana sia ancora un patrimonio vivo, se il passaggio di informazioni tra generazioni esiste ancora, se la tradizione così come l’abbiamo ereditata si salverà o scomparirà.

 

  • mercoledì 7 agosto – Nausicaä della Valle del vento 
    di Hayao Miyazaki (Studio Ghibli) – Film d’animazione

    Il capolavoro del premio Oscar Miyazaki. In seguito ad un cataclisma che ha sconvolto l’intero pianeta, una foresta tossica ha ricoperto la maggior parte della superficie terrestre. In questo scenario apocalittico, dove una nuova guerra è sul principio di esplodere, il regno della Valle del Vento – governato da Jihl, padre della coraggiosa Principessa Nausicaä – è una delle poche zone ancora popolate. Nausicaä ha due doni: saper cavalcare il vento volando come gli uccelli e riuscire a comunicare con gli Ohm, i giganteschi insetti guardiani della foresta. Grazie alle sue abilità nonchè all’amore e alla stima del suo popolo, la Principessa Nausicaä intraprenderà una coraggiosa sfida volta a ristabilire la pace e a riconciliare l’umanità con la Terra.

 

  • martedì 13 agosto – Non essere cattivo
    di Claudio Caligari, prodotto da Valerio Mastandrea, con Alessandro Borghi e Luca Marinelli – Adatto ad un pubblico adulto

    Ostia, anni ’90. L’ultimo film di Claudio Caligari, regista del cult Amore Tossico, è un excursus nei luoghi oscuri non solo dell’hinterland romano, ma dell’animo umano e della società contemporanea, raccontato attraverso Vittorio e Cesare, due figure di confine, l’una encomiabile per la sua volontà di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della propria condizione, l’altra patetica per l’incapacità strutturale di farlo. In certi luoghi e certe circostanze non essere cattivo, per citare il titolo, non è una scelta. Non essere cattivo è ambientato a metà degli anni Novanta, perché, secondo il regista, “come Pasolini aveva intuito, è il momento in cui muore il mondo pasoliniano”. Il film ha ottenuto 4 candidature e vinto 3 Nastri d’Argento, 14 candidature e vinto un premio ai David di Donatello.

 

  • martedì 20 agosto – Ninì
    di Gigi Giustiniani e Raffaele Rezzonico

    Un viaggio antico tra le cime più belle d’Europa, un racconto d’amore e di montagna filmato in 16 mm con lo sguardo dolce di un’avventurosa adolescente nata nel 1909. Celebrità nel mondo dell’alpinismo estremo, Ninì Pietrasanta insieme a suo marito Gabriele Boccalatte negli anni ’30 scalò il Monte Bianco e, dalle Alpi Occidentali fino alle montagne dell’Abruzzo, tracciarono nuovi itinerari. la Pointe Ninì del gruppo de Les Périades, porta il suo nome. Le loro imprese alpinistiche finirono in più occasioni sulle prime pagine dei giornali. Nel 1938, la tragedia: Gabriele muore travolto da una frana. La loro storia, di alpinisti e compagni di vita, è oggi un film che due giovani registi milanesi – insieme al figlio Lorenzo – hanno realizzato cucendo insieme preziosi reperti di archivio, materiali privati, foto, filmati. Il film è una testimonianza storica fondamentale sull’alpinismo italiano degli anni Trenta.

 

  • mercoledì 21 agosto – La principessa Mononoke 
    di Hayao Miyazaki (Studio Ghibli) – Film d’animazione

    È la storia di Ashitaka, un guerriero Emishi, e della maledizione caduta su di lui dopo che ha salvato il suo villaggio dalla furia di Nume cinghiale, impazzito dall’ira. Destinato a morte certa, il giovane abbandona il villaggio per evitare che il maleficio ricada su tutti gli abitanti. Durante il suo viaggio per liberarsi dalla maledizione, si ritroverà immischiato in una guerra tra umani e divinità. È qui che incontrerà le due acerrime nemiche Eboshi, la padrona della città del ferro, e San, la principessa spettro. L’umana che cerca di distruggere il bosco delle divinità e la ragazza lupo che cerca di contrastarla.

 

  • martedì 27 agosto – Varvilla
    di Valerio Gnesini

    Alle porte del parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, nell’alta val d’Enza, più precisamente a Succiso di Ramiseto in provincia di Reggio Emilia, gli abitanti di un piccolo borgo sono riusciti a salvare il paese dall’abbandono attraverso la creazione di una cooperativa di comunità. La Valle dei Cavalieri ora gestisce un bar, un agriturismo, un negozio di generi alimentari ed è attiva nel turismo, nell’allevamento di ovini, nel settore della manutenzione del territorio e nella gestione del centro visita del parco nazionale. Un esempio unico in Italia di cooperativa di comunità, utile per impedire lo spopolamento dei piccoli paesi. Il professore di economia Naori Tsuda dell’Università di Osaka che sta conducendo uno studio sulle cooperative di comunità diffuse nel mondo, afferma che un modello simile esiste solo in Australia. Ha vinto il Premio della Giuria nel 2015 al Fife di Parigi, dopo aver partecipato a diversi festival a Seul, Polonia Francia e Olanda.

 

  • martedì 3 settembre – Entroterra. Memorie e desideri delle montagne minori
    di Andrea Chiloiro, Riccardo Franchini, Giovanni Labriola e Matteo Ragno.
    Risultati immagini per entroterra memorie e desideri montagne minori
    Un film-documentario, tratto da un’esperienza di viaggio e di ricerca, prova a ricostruire i recenti processi di spopolamento. Dall’Emilia alla Calabria, dalla Campania all’Abruzzo, storie, luoghi e personaggi si intrecciano in un’unica voce appenninica, in cui eventi e tendenze affini uniscono territori anche molto distanti fra loro, immaginando nuove prospettive e possibili radicamenti in alta quota.

 

  • martedì 10 settembre – Dallas Buyer Club
    di Jean-Marc Vallée, con Matthew McConaughey, Jared Leto e Jennifer Garner – Adatto ad un pubblico adulto

    Texas, seconda metà degli anni Ottanta, tratto da una storia vera. Ron Woodroof, elettricista texano e cowboy da rodeo riceve all’improvviso la notizia di essere affetto dalla sindrome da immunodeficienza acquisita e che gli sono rimasti 30 giorni di vita. Frustrato per la mancanza di cure disponibili, ma non disposto ad accettare la sentenza di morte, Woodrof inizia a documentarsi sulla malattia e su cure alternative che arrivano dal Messico e non approvate dal ministero della FDA (Food and Drug Administration). Insieme al giovane transessula Rayon, attiva un “buyers club” (un ufficio acquisti) per la vendita dei farmaci e degli articoli sanitari – puro contrabbando – per altri sieropositivi che, sottoscrivendo una quota mensile, possono così avere accesso alle forniture. Un Cavaliere Solitario per il diritto alla dignità, all’informazione e all’accettazione di tutti coloro nella sua stessa condizione. Oscar nel 2014 a Matthew McConaughey e Jared Leto, rispettivamente Miglior attore protagonista e Miglior attore non protagonista.
Informazioni

– Tutte le proiezioni sono gratuite e all’aperto
– Luogo: Parco Ruggeri (nuova area commerciale, Ussita, MC)
– Inizio proiezione: 21:00 / 21:30 (appena scende il sole!)
– Dalle ore 19:30 presso il Bar Due Monti vi aspettiamo per un aperitivo insieme
– I film saranno proiettati nello spazio dietro Casetta Ruggeri allestito con panche e sedie, ma invitiamo tutti gli spettatori a portare una sedia o un cuscino per gestirsi anche in autonomia e una coperta per le temperature serali di montagna
– In caso di maltempo le proiezioni saranno rimandate a data da destinarsi