Un percorso solidale e di conoscenza,
un momento di relazione profonda con l’ambiente naturale
e con le persone che vivono nei luoghi trasformati dal sisma.
[in punta di scarponi]

Da quest’anno Ussita sarà attraversata dal Cammino nelle Terre Mutate, un’infrastruttura verde di oltre 200 km lungo il sistema di faglie che dal 1997 ad oggi ha mutato il cuore dell’Appennino Centrale. 14 tappe da Fabriano a L’Aquila, passando per le quattro regioni colpite dagli ultimi terremoti (Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo) e due importanti aree protette: Parco Nazionale dei Monti Sibillini Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

C.A.S.A. è felicissima di aver contributo a questo progetto insieme a tutti i cittadini e le associazioni che negli ultimi due anni si sono impegnati giorno dopo giorno per un lavoro che ha prima di tutto una valenza corale, un cammino che ha unito comunità e territori. È stato un percorso lungo e collettivo, non privo di nodi da districare e problemi da risolvere, anche e soprattutto legati al post-sisma, tra soluzioni da inventare e alternative da trovare. Ma grazie a Movimento Tellurico e a tantissime persone incontrate lungo la strada finalmente questo cammino è realtà e – soprattutto – uno strumento utile per lavorare insieme alle comunità su un futuro più sostenibile. I paesi attraversati sono: Fabriano, Matelica, Camerino, Fiastra, Ussita, Campi di Norcia, Norcia, Castelluccio, Arquata del Tronto, Accumoli, Amatrice, Campotosto, Mascioni, Collebrincioni, L’Aquila. L’itinerario attraversa sentieri escursionistici e ciclabili.

 

Tappa 4: Fiastra – Ussita 
Una delle tappe più belle e panoramiche di tutto il Cammino ma anche una delle più impegnative. Da Fiastra saliamo su un ripido sentiero da cui si potrà godere di uno splendido affaccio sul lago. Entriamo nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, un territorio ricco di paesaggi mozzafiato: creste, cime aguzze e pendii scoscesi che al tramonto si tingono di rosa. Ad oggi vi suggeriamo anche due varianti, per Cupi e per il santuario di Macereto, dove per motivi di sicurezza sono visitabili solo le aree esterne. La tappa si conclude con una discesa verso la valle di Ussita, dominata dallo splendido massiccio del Monte Bove. Dettagli, mappa, lunghezza, dislivelli, altre info

Tappa 5: Ussita – Campi di Norcia
Tappa bella e variegata attraverso l’Alta Valle del Fiume Nera. Da Ussita si sale verso Monte Careschio su un percorso a mezza costa che sovrasta la valle del Torrente Ussita. Dopo circa 7 km si raggiunge una delle torri medievali di avvistamento delle mura difensive del borgo di Visso. Da qui si scende verso valle, si attraversa il Paese e il Fiume nera per poi risalire verso la Valle di Visso, lungo l’antica strada che collegava con Norcia. Il percorso procede in salita, nel bosco, per poi giungere su dei pratoni montani, un tempo coltivati, alle pendici del Monte Cardosa. Giunti quasi in vetta al Monte Macchialunga si abbandona il Grande Anello dei Sibillini e si discende lungo un sentiero ripido e sassoso verso Campi di Norcia. Dettagli, mappa, lunghezza, dislivelli, altre info

INFO sul Cammino nelle Terre Mutate (guida, mappe, dettagli, servizi disponibili, referenti):
 https://camminoterremutate.org/
➡ https://www.percorsiditerre.it/negozio/il-cammino-nelle-terre-mutate/
➡ 
Per info e supporto locale sulla tappa di Ussita: C.A.S.A – casa@portodimontagna.it – 339.15.75.644
La guida è in vendita presso tutte le librerie italiane, il sito di Terre di Mezzo e presto anche ad Ussita, sia nella sede di C.A.S.A che in alcuni esercizi commerciali.

________________________________
La guida è stata presentata per la prima volta a Milano all’interno di Fa’ la cosa giusta!, la più importante fiera in Italia dedicata a consumo critico e stili di vita sostenibili. Tra le prossime presentazioni della guida segnaliamo:

Festival Terre Alt(re)
a cura della rete Terre in Moto Marche
Sabato 30 marzo, ore 18.30, Laboratorio Sociale Fabbri, Fabriano

✦ IT.A.CÀ Parco Nazionale dei Monti Sibillini
tappa sibillina del primo festival italiano dedicato al turismo sostenibile
25/28 aprile, Ussita e Fiastra (programma in via di definizione)