CROC 2024 [programma]
CROC 2024 [programma]

CROC 2024 [programma]

Quarta edizione per CROC Una specie di cinema, la rassegna di cinema all’aperto organizzata da C.A.S.A. insieme a tanti partner e dedicata a film e documentari provenienti da tutto il mondo, per riaccendere il grande schermo in un piccolo paese di montagna e riattivare la socialità della comunità, anche grazie a incontri, presentazioni, dibattiti e all’energia del BarCROC, tra birrette, prodotti locali e popcorn. La rassegna si tiene sul prato dell’Arco Caraceni di Ussita, una location all’ingresso del paese, vicina alle nuove aree abitative post-sisma e alla comunità, a cui questo festival di cinema è dedicato e che un giorno ci disse “Ah, voi siete quelli che lì vicino alle casette fanno ‘na specie di cinema?”

CROC Una specie di cinema
IV edizione
28/06/2024 – 30/08/2024
USSITA, MC – Parco Nazionale Monti Sibillini
12 film | ospiti | incontri

INFORMAZIONI
– Tutte le proiezioni sono all’aperto e a offerta libera
– Luogo: Area Caraceni (Ussita, MC – ingresso del paese, dopo area SAE, 800mt slm)
– Inizio proiezioni: ore 21.15
– Dalle ore 19:30: Aperitivo al BarCROC insieme agli ospiti
– I film saranno proiettati sul prato allestito con panche e sedie. Liberi di portare una sedia o un cuscino per gestirsi anche in autonomia. Raccomandiamo una coperta per le temperature serali di montagna!
– In caso di maltempo le proiezioni saranno rimandate a data da destinarsi
– Per informazioni: 339.8145712 o 347.1274628 – casa@portodimontagna.it
– Seguiteci nei canali Facebook e Instagram per aggiornamenti e sorprese last minute!

#croc2024 #cosaaccadeseabitiamo #ussita #portodimontagna #sibillini

IL PROGRAMMA

Venerdì 28 giugno  | LA CANZONE DELLA TERRA 
Documentario, Norvegia, 2023, 90’
Regia di Margreth Olin, con Jørgen Mykløen, Magnhild Kongsjord Mykløen
Trento Film Festival 2023
Incontro CAI Marche e UNICAM Università degli Studi di Camerino – Sezione di Geologia (progetto Acqua Sorgente)

La canzone della Terra, prodotto da Liv Ullmann e Wim Wenders, è una maestosa sinfonia per il grande schermo. Il padre della regista diventa la nostra guida attraverso le più suggestive vallate norvegesi, dove è cresciuto e dove più generazioni si sono susseguite vivendo a stretto contatto con la natura, per sopravvivere. Nel film i suoni della terra si armonizzano alla perfezione creando una sinfonia unica in questo viaggio mozzafiato.

Venerdì 5 luglio | LA CITTÀ INCANTATA 
Animazione, Giappone, 2001, 125’
Regia di Hayao Miyazaki
Berlinale 2002, Orso d’oroOscar 2003, miglior film d’animazione
Intervento sulla poetica di Miyazaki, cibo ed ecologia con l’oste e scrittore Emanuele Tartuferi

Chihiro è una bambina di 10 anni capricciosa e viziata, convinta che tutti debbano sottostare ai suoi voleri. La stessa cosa accade quando i suoi genitori, Akio e Yugo, le comunicano che sono costretti a cambiare casa. La bambina, infatti, non fa nulla per nascondere la sua rabbia. Con i soli ricordi degli amici e di un mazzo di fiori, Chihiro segue i genitori in una strada senza uscita, chiusa da un palazzo rosso con un tunnel. Una volta entrata la famiglia viene trascinata in un mondo di antiche divinità governato dalla malvagia arpia Yubaba. Akia e Yugo vengono trasformati in maiali pronti per essere mangiati. Per sua fortuna Chihiro trova un alleato in Haku che le dà un consiglio: per evitare la fine dei genitori dovrà lavorare.

Venerdì 12 luglio | STING LIKE A BEE
Documentario, Italia, 2023, 83’
Regia di Leone Balduzzi
Festival dei Popoli 2023 – CPH:DOX Copenaghen 2023
Ospite la produttrice Camilla Gazzola e le protagoniste del film. In collaborazione con Action Aid Italia e ENEL Cuore

Sting Like a Bee è prima ancora che un documentario un viaggio con l’obiettivo principale di dare voce alla comunità di adolescenti che popola una realtà spesso sconosciuta, quella dei piccoli paesini del centro e sud Italia. Protagonista un gruppo di ragazzi e ragazze accomunati da una comune passione: quella per le Api Piaggio. Realtà e finzione si mescolano, con il desiderio di accompagnare i protagonisti e le protagoniste adolescenti alla ricerca del posto nel mondo che inseguono lungo le strade della periferia di un’Italia poco raccontata, facendoli diventare gli attori del film della loro vita. Così, con la scusa di un casting che diventa il tema stesso del documentario, emerge una nuova possibilità di realizzazione collettiva là dove apparentemente gli orizzonti sono preclusi e si può sognare un remake di Fast & Furious a bordo di sgargianti tre-ruote.

Venerdì 19 luglio | CASTELROTTO 
Commedia nera, Italia, 2023, 105’
Regia di Damiano Giacomelli
con Giorgio Colangeli, Fabrizio Ferracane, Denise Tantucci, Antonella Attili, Mirko Abbruzzetti e Giorgio Montanini
Torino Film Festival 2023
Alla presenza del regista Damiano Giacomelli

Un misterioso misfatto scuote la vita di Castelrotto, paesino appenninico da sempre fuori dalla cronaca… e dalla storia. Ottone, ex cronista locale e maestro elementare in pensione, approfitta dell’episodio per riprendere la penna in mano e vendicarsi di un vecchio torto subito. Il suo piano è chiaro: manipolare il racconto del nuovo crimine per far accusare gli uomini che gli hanno rovinato la vita. Un revenge movie sulle fake news di paese, guidato da un testardo Donchisciotte di provincia.

Venerdì 26 luglio | GRIZZLY MAN 
Documentario, Stati Uniti d’America, 2005, 103’
Regia di Werner Herzog
Sundance Film Festival 2005, premio Alfred P. Sloan
Oscar 2006, nomination miglior documentarioDirectors Guild of America 2006, miglior documentario
Incontro e riflessioni con l’associazione l’Occhio Nascosto dei Sibillini: in che modo costruire convivenza e relazione con gli altri esseri viventi ci aiuta a comprendere la nostra umanità?

Nell’estate del 1990 Timothy Treadwell si avventura in Alaska per vivere insieme agli orsi grizzly. Da allora fa ritorno ogni anno per documentarne da vicino le abitudini, sino al 2003 quando, insieme alla fidanzata, trova la morte proprio ad opera di una di quelle creature che credeva amiche. Alternando interviste e commenti alle stupefacenti immagini filmate da Treadwell, Herzog ha creato quello che il New York Times definisce “un documentario con immaginazione”, dove un eroe folle e delirante sfida la natura e soccombe.

Venerdì 9 agosto | TUTTO È QUI
Documentario, Italia, 2022, 68’
Regia di Silvia Luciani
con Federica di Luca, Franco Ferroni, Maria Rossi, i bambini dell’Agrinido di San Ginesio
Musica di Francesco Magnelli e Ginevra Di Marco
Premio UNIPOP Miglior documentario Glocal Film Festival 2024
Alla presenza della regista Silvia Luciani

Tutto è qui narra la resistenza post-terremoto, l’appartenenza alla propria terra, l’identità mai sopita di chi vive in zone montane e non vuole abbandonarle. Federica, un’educatrice e Maria, un’anziana signora sono due donne che non vogliono lasciare il posto dove hanno costruito la loro vita. Il sisma ha distrutto il loro mondo solo fuori, no quello interiore. I bambini dell’asilo nel bosco gestito da Federica danno una visione della realtà in modo autentico e fantasioso, dove si relazionano con il proprio passato legato al drago-terremoto e alla distruzione della scuola, ma anche con il loro futuro, perché sono il futuro di questo luogo. La storia attraversa le quattro stagioni tra il lavoro, le attese, i giochi, le piccole cose da fare ogni giorno. L’infanzia è un punto importante nel film per osservare la realtà che circonda gli adulti. Un pensiero magico sul mondo.

Sabato 10 agosto | IL POPOLO DELLE DONNE
Documentario, Italia, 2023, 60’
Regia di Yuri Ancarani. Con Marina Valcarenghi, musiche di Caterina Barbieri
Mostra del Cinema di Venezia, Giornate degli Autori 2023
Dialogo con la psicologa Margherita Carlini, in collaborazione con Action Aid Italia e ENEL Cuore

Il film evidenzia il rapporto fra la crescente affermazione sociale delle donne e l’aumento della violenza sessuale maschile. Quanto più il mondo delle donne, ancora inevitabilmente insicuro, viene alla ribalta, tanto più si acuisce la violenza insofferente di una parte del mondo maschile. Un fenomeno opposto a quanto generalmente si supponeva anche in ambito scientifico. Protagonista è Marina Valcarenghi, psicoterapeuta e psicoanalista, con un passato nel giornalismo, nella politica durante gli anni Sessanta e Settanta, e con quarantacinque anni di lavoro clinico alle spalle. Da quest’ultima esperienza, ancora in corso, Valcarenghi ha potuto osservare come l’insicurezza femminile sopravviva, nonostante la progressiva conquista di autonomia economica e sociale. Per prima ha introdotto la psicoanalisi in carcere, nei penitenziari di Opera e di Bollate, lavorando per dodici anni nei reparti di isolamento maschile con detenuti in gran parte condannati per reati di violenza sessuale.

Giovedì 15 agosto | UN MONDO A PARTE
Commedia, Italia, 2023, 112’
Regia di Riccardo Milani. Con Antonio Albanese, Virginia Raffaele, Sergio Saltarelli, Alessandra Barbonetti
Lo storico Augusto Ciuffetti presenta il suo ultimo libro “Un tempo, un tempo c’era un paese” (Ed. Rubbettino)

Per il maestro elementare Michele Cortese sembra aprirsi una nuova vita. Dopo 40 anni di insegnamento nella giungla romana, riesce a farsi assegnare all’Istituto Cesidio Gentile detto Jurico: una scuola composta da un’unica pluriclasse, con bambini dai 7 ai 10 anni, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo. Grazie all’aiuto della vicepreside Agnese e dei bambini, supera la sua inadeguatezza metropolitana e diventa uno di loro. Quando tutto sembra andare per il meglio però, arriva la notizia che la scuola, per mancanza di iscrizioni, a giugno chiuderà. Inizia così una corsa contro il tempo per evitarne la chiusura in qualsiasi modo.

Venerdì 16 agosto | IL MIO AMICO ROBOT
Animazione, Spagna-Francia, 2023, 90’. Regia di Pablo Berger
Basato sull’omonimo fumetto di Sara Varon
Oscar 2024, nomination miglior film d’animazione – European Film Awards 2023, miglior film d’animazione
Cannes Film Festival 2023, Special Screenings – Annecy Festival 2023, miglior film Contrechamp

New York, anni ‘80. Dog è un cane solitario che vive a Manhattan. Un giorno decide di costruirsi un robot, un amico. La loro amicizia cresce, fino a renderli inseparabili. Una notte d’estate, con grande dolore, Dog è costretto ad abbandonare Robot sulla spiaggia. Si incontreranno di nuovo?

Venerdì 23 agosto | KISSING GORBACIOV 
Documentario, Italia, 2023, 96’
Regia di Luigi D’Alife e Andrea Paco Mariani
Con Massimo Don, Giovanni Lindo Ferretti, Viktor Sologub, Massimo Zamboni, Pavel Zelinskiy
Festival dei Popoli 2023

Tutto nasce da un sogno, quello che gli organizzatori del festival “Le idi di marzo”, Antonio Princigalli e Sergio Blasi – che in seguito avrebbe dato vita alle Notti della Taranta – fanno nel 1988: invitare alcuni gruppi musicali sovietici a suonare a Melpignano, e portare alcune band italiane a suonare in Russia. La cosa incredibile è che ci riuscirono: le band sovietiche arrivano in Salento. E i CCCP finiranno a suonare a Mosca e a Leningrado. Il film ricostruisce la parte italiana e quella sovietica di quel doppio tour, con materiale d’archivio, le testimonianze di testimoni di quel momento, come i giornalisti Alba Solaro, Francesco Costantini e del critico musicale Gino Castaldo. E con la testimonianza dei componenti storici dei CCCP, che per la prima volta dopo anni rivediamo insieme. Una reunion per il film, a casa di Giovanni Lindo Ferretti sull’Appennino tosco/emiliano.

Sabato 24 agosto | | PALAZZINA LAF
Drammatico, Italia-Francia, 2023, 99’
Regia di Michele Riondino, con Michele Riondino, Elio Germano, Vanessa Scalera, Domenico Fortunato, Gianni D’Addario
David di Donatello 2024: miglior attore protagonista (Michele Riondino), miglior attore non protagonista (Elio Germano), miglior canzone originale (Diodato)
Con un video-messaggio del regista Michele Riondino. Ospite il montatore Julien Panzarasa.

Taranto, 1997. L’operaio Caterino Lamanna vive in una masseria caduta in disgrazia a causa della vicinanza al polo siderurgico e sta per sposarsi con Anna con cui condivide il sogno di andare a vivere in città. Quando i dirigenti aziendali decidono di fare di lui una spia per individuare gli operai di cui sarebbe bene liberarsi, Caterino comincia a pedinare i colleghi con lo scopo di denunciarli. Ben presto, non comprendendone il degrado, chiede di essere collocato anche lui alla Palazzina LAF (acronimo di laminatoio a freddo) il reparto-lager dell’Ilva riservato agli operai “scomodi”. Sarà lì che Caterino scoprirà che ciò che credeva un paradiso in realtà è un inferno.

Venerdì 30 agosto | CHOLITAS 
Documentario, Spagna, 2019, 80’, Sub ITA
Regia di Pablo Iraburu, Jaime Murciego
Trento Film Festival 2020, premio del pubblico miglior film di alpinismo Rotari
Nuovi Mondi Festival 2020, miglior film Concorso Doc

Filippo Tantillo presenta il suo libro “L’Italia vuota. Viaggio nelle aree interne” (Ed. Laterza) insieme a Silvia Bongiovanni di Nuovi Mondi Festival. Dialogo sul rapporto tra cinema, festival e aree interne.

Cinque donne indigene boliviane affrontano una spedizione unica nel suo genere: come gesto di liberazione e di emancipazione, decidono di scalare l’Aconcagua, la montagna più alta d’America. L’immagine è sorprendente: scalano indossando le loro gonne tradizionali. Sono più che alpiniste, sono donne coraggiose che trovano nella montagna uno spazio per sentirsi libere, felici e vive. La loro avventura mostrerà al mondo un modo entusiasmante di essere donna, di vivere la tradizione e rapportarsi con Madre Natura.


Credits
Direzione artistica e organizzativa a cura di C.A.S.A. Cosa Accade Se Abitiamo APS (Chiara Caporicci, Roberto Rettura, Francesca Zanza)
▸ Con il patrocinio di Comune di Ussita, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, UNICAM Università degli Studi di Camerino e Fondazione Marche Cultura – Film Commission
▸ Progetto realizzato con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese
▸ Con il supporto di Gruppo Regionale C.A.I. Marche, Action Aid Italia-ENEL Cuore
▸ In collaborazione con PostModernissimo, Occhio nascosto dei Sibillini, Nuovi Mondi Festival e Montelago Celtic Festival
▸ BarCROC (Martina Caporaletti e Vincenzo Squadroni) in collaborazione con Proloco 7.1 Ussita e con il supporto di Distilleria Varnelli e birrifici marchigiani.
▸ Progetto grafico by Valentina Marchionni
▸ Ufficio Stampa: Emanuela Sabbatini info@sabbatinicomunicazione.it – 340.6417875