Come incentivare con politiche mirate e concrete il ritorno stabile dei giovani e, in particolare, delle giovani coppie nelle zone del nostro entroterra?

Come favorire la rinascita dell’agricoltura mediante produzioni di qualità e politiche agricole che affondino le loro radici nelle tradizioni e nelle vocazioni di questi territori?

Sono queste le domande che faranno da minimo comun denominatore agli ultimi due appuntamenti dei Cantieri Mobili di Storia, sabato 1 e domenica 2 giugno, rispettivamente a Bolognola e a Ussita, dedicati al tema “Giovani in agricoltura: antiche e nuove forme associative e di gestione collettiva”, a cura degli storici Augusto Ciuffetti e Olimpia Gobbi. Particolare attenzione verrà riservata alle comunanze agrarie, ai beni collettivi e alle cooperative di comunità che sono il nuovo modello di sviluppo da proporre, perché nascono dal basso, dalle esigenze delle comunità, dalla storia e dalle peculiarità del territorio. Affronteremo questi temi mediante un confronto serrato tra passato e presente, così come tra esperienze sociali e territoriali differenti, anche per provenienza geografica.

La montagna può avere un futuro solo se è in grado di diventare uno spazio alternativo; quando c’è un declino economico come quello che stiamo vivendo oggi, è proprio dalle aree apparentemente più fragili che possono arrivare le risposte più forti. (Augusto Ciuffetti)

Per info e dettagli sugli incontri di Bolognola e Ussita: Istituto Storico di Macerata

 


Incontro “Giovani in agricoltura: antiche e nuove forme associative e di gestione collettiva”
Ussita // domenica 2 giugno 2019 // ore 16.00 

Casetta Ruggeri

Augusto Ciuffetti, UNIVPM, C.A.S.A, RESpro – Spazi per l’agricoltura: dalla storia al futuro

Rossella Marinucci, CGIL Macerata – Banca della terra: buone pratiche antiche e moderne, per un’ agricoltura come opportunità di lavoro e di futuro

Roberto Checcucci, Gabriella D’Onofrio, Gestione collettiva di un bene comune emergente: l’esempio di Mondeggi (Bagno a Ripoli, Firenze)

Corrado Grandoni, agronomo, presidente “Terra delle Rocche”(Alta Valle del Potenza) – La comunità perduta: ritrovare l’identità collettiva per mezzo della terra


Il Cammino della memoria
da Macereto ad Ussita // domenica 2 giugno 2019 // ore 9.30
IX edizione

Anche quest’anno l’ANPI di Visso Ussita e Castelsantangelo sul Nera organizza la nona edizione del Cammino della Memoria da Macereto (ore 9,30) a Ussita (13,00) in ricordo di Pietro Capuzi, catturato dai nazifascisti presso il Santuario di Macereto, condotto ad Ussita e qui fucilato in Località Vena d’Oro il 9 maggio 1944. In ricordo di tutti coloro che come lui hanno dato la propria vita affinché potessimo camminare liberi.

ore 9.30 Raduno a Macereto
ore 10.00 Letture e interventi
ore 10.30 Partenza cammino
ore 13.00 Arrivo in Loc. Vena d’Oro di Ussita presso il monumento dedicato a Pietro Capuzi, deposizione di corona, conclusioni
ore 13.30 Colazione sul prato