Intrecciamo le nostre voci

Stiamo tutti attraversando un momento complicato e inedito, che nel nostro territorio si sovrappone alla già complessa situazione del post-sisma, un’emergenza che viviamo da 3 anni e mezzo. Ciò che ci manca di più in questa situazione, oltre alla nostra libertà individuale, è l’elaborazione collettiva di questo momento, ritrovarci e riflettere insieme, vivere gli eventi della comunità, sentirci uniti e parte attiva del presente. Oltre a supportare enti ed istituzioni locali, abbiamo pensato ad un piccolo regalo da condividere con gli abitanti dell’Altonera, per continuare a sentirci vicini a Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera, anche a distanza.

I nostri nonni, e gli esseri umani in genere, hanno sempre affrontato la paura raccontandosi storie. Le motivazioni sono tante e infinite: dare e ricevere conforto, esplorare mondi lontani, rafforzare la morale della comunità, immedesimarsi in chi è diverso da noi, capire ciò che accade intorno… E anche, come dicono i nostri amici di Storie al telefono, “per non mandare la mente in quarantena”. Così abbiamo iniziato a registrare storie e racconti presi dai libri che abbiamo attorno. Oggi più che mai le parole belle valgono come l’oro.

Due volte a settimana (sabato e mercoledì) nel nostro canale Telegram e nel gruppo Whatsapp di C.A.S.A. condivideremo un messaggio audio contenente un racconto letto da noi e dagli abitanti che vorranno partecipare. Ascoltatelo e condividetelo con chi volete, è vostro. In attesa di intrecciare presto i nostri passi, intrecciamo le nostri voci. 

AGGIORNAMENTO 20/04/2020: Le registrazioni che ci state inviando sono tantissime. Quindi, da questa settimana, triplicheremo gli appuntamenti in cui condividerle: martedì, giovedì e sabato.

Per iscrivervi al canale Telegram: https://t.me/casa_portodimontagna

Se volete unirvi al gruppo Whatsapp di C.A.S.A. mandateci il vostro numero via email casa@portodimontagna.it o tramite Facebook, oppur chiedete in giro i nostri numeri!

Per partecipare come lettori contattateci nei nostri canali, vi diremo come fare.

🎧Buon ascolto!


Finora abbiamo letto insieme:
#1 – “Un segno invisibile e mio” di Aimee Bender (ed. Minimum Fax – letto da Chiara, Frontignano)
#2 – “Il Maiale: Storia di un cugino poco amato” di Michel Pastoureau (ed. Ponte alle Grazie – letto da Mauro, Petriolo)
#3 – Tre storie su 3 animali di questi territori: una leggenda indiana sull’aquila, “Una vipera” del musicista Umberto Fiori (Stormy Six) e “Lucciole” del poeta andaluso Juan Carlos Friebe (lette da Peppe Lu Mattu)
#4 – “L’ultima riga della favole” di Massimo Gramellini (ed. Longanesi – letto da Sara, Visso)
#5 – “L’angelo coi baffi” di Tonino Guerra, “La terra dei sogni” di Robert Louis Stevenson ed “Evviva” un estratto dal libro “L’omino della sabbia e l’abbecedario del sonno” di Rien Poortvliet e Wil Huygen (letti da Viola, Frontignano)
#6 – “Sette fratelli e un padre”, discorso commemorativo tenuto a Roma il 17 gennaio 1954 da Pietro Calamandrei, uno dei padri della nostra costituzione. Buon 25 aprile! (letto dallo storico dell’Appennino Augusto Ciuffetti, Perugia) – ASCOLTA QUI
#7 – “La Sposa dell’ombra”, poesia tratta da “Le avventure di Tom Bombadil” di John Ronald Reuel Tolkien (ed. Bompiani – letta da Christian, Braccano)
#8 – “Vestigia del culto degli alberi nell’Europa moderna”, dal libro “Il ramo d’oro. Studio sulla magia e sulla religione” dell’antropologo scozzese James George Frazer. Dedicato al Piantamaggio! (ed. Netwon Compton – letta da Valentina, Ussita-Macerata) – ASCOLTA QUI
#9 – “La prima sorsata di birra” e “L’odore delle mele” tratti da “La prima sorsata di birra e altri piccoli piaceri della vita” dello scrittore francese Philippe Delerm. (ed. Frassinelli – letti da Caterina, Visso-Sentino)
#10 – “La grande mutazione” tratto da “Ranocchi sulla luna e altri animali” dello scrittore italiano Primo Levi. (ed. Einaudi – letto da Paolo, Sorbo-Recanati)
#11 – “Gli inganni di Pandora” della storica italiana Eva Cantarella. (ed. Feltrinelli – letto da Venanzina, Visso)
#12 – “L’Italia profonda. Dialogo dagli Appennini” del paesologo Franco Arminio e dell’ex cantante dei CCCP Giovanni Lindo Ferretti (ed. GOG Edizioni – letto da Patrizia, Forapezza-Ussita)
#13 – poesia “Il rospo e il villano” di Ferruccio Orsi
#14 – “Mosca più Balena” della scrittrice italiana Valeria Parrella (ed. Minumum Fax – letto da Roberto, Bologna)
#15 – “Topiopì” dello scrittore siciliano Andrea Camilleri (ed. Mondadori – letto da Enrica, Matelica)
#16 – “Il mare” di Paolo Massaccio (DIY – letto da Paolo, Jesi)
#17 – “Cantalamappa. Atllante bizzarro di luoghi e storie curiose” del collettivo Wu Ming (ed. Mondadori Electa, letto da Alberto, Calcara-Forapezza)
#18 – “Donne che corrono coi lupi” della psicoanalista statunitense Clarissa Pinkola Estès (ed. Pickwick, letto da Federica, Macerata)
#19 – “La strada che non andava in nessun posto” dalle “Favole al telefono” dello scrittore e pedagogista Gianni Rodari (ed. Einaudi Ragazzi, letto da Anna, Gualdo di Castelsantangelo sul Nera / Sacrofano)
#20 – “La ricerca della felicità” del filosofo indiano Jiddu Krishnamurti (ed. Mondadori, letto da Mauro, Petriolo)

…in continuo aggiornamento…


Le storie sono il collante della vita sociale umana, definiscono i gruppi e li tengono saldamente uniti. Viviamo nell’Isola che non c’è perché non possiamo farne a meno. Siamo l’animale che racconta storie.
J. Gottschall


1 commento

Sette fratelli e un padre. Buon 25 aprile! · 25 Aprile 2020 alle 9:24 AM

[…] Non potendoci ritrovare al Monumento a Capuzi, abbiamo deciso all’interno della nostra iniziativa “Racconti al telefono per l’Altonera” di condividere e rendere pubblica la lettura fatta da Augusto Ciuffetti di “Sette fratelli e un […]

I commenti sono chiusi.